Risultati della ricerca

Hai cercato "Convegno"

15 risultati trovati



18/06/2015 - A Rimini vent’anni di Optometria.

... Il X convegno SOPTI, che si è tenuto a Rimini lo scorso fine settimana, è stato caratterizzato da un ottimo livello delle presentazioni scientifiche, inserite in una cornice informale e amichevole, che ha permesso un reale scambio e incontro di tanti professionisti accomunati dallo stesso amore per l’optometria. La rappresentanza IRSOO si è distinta sia in termini numerici, sia di fattivo contributo ai contenuti del congresso. Alessandro Fossetti ha partecipato, in qualità di socio fondatore, ad una tavola rotonda che ha ripercorso i passi dell’associazione nei suoi primi anni di vita, cercando di comprendere come l’optometria si è evoluta in Italia dal ‘95 a ora e quali sfide attendono la Società Optometrica Italiana nei prossimi anni. Alessandro Farini, già ospite all’inaugurazione dell’Anno della Luce, indetto dalle Nazioni Unite per il 2015, ha guidato la platea in un viaggio nella percezione della luce e delle sue mille sfumature. Riccardo Cheloni, in collaborazione con Carlo Falleni, ha presentato una rassegna sui nuovi metodi di valutazione delle lenti a contatto morbide, con particolare attenzione agli aspetti relativi all’elasticità della lente e alla sua interazione con la superficie oculare, in termini di movimento e ricambio lacrimale. Antonio Calossi, Laura Boccardo e Carlo Falleni sono poi stati relatori nella sessione dedicata al controllo della progressione miopica. Nessun professionista della visione si può più permettere un atteggiamento inerte o passivo di fronte a un ragazzo in progressione miopica: la ricerca e l’evidenza clinica dimostrano che qualcosa si può fare e l’IRSOO sta portando avanti dei progetti di studio e di ricerca clinica, mirati a una maggiore comprensione di questo fenomeno. Nella sessione free paper Filippo Cenni ha illustrato il suo lavoro di ricerca sulle capacità di lettura nell’ipovisione, utilizzando la versione italiana delle Tavole di lettura di Radner, che è stata sviluppata presso l’IRSOO. A seguire, Silvio Maffioletti ha descritto la ricerca, condotta insieme ad Alessio Facchin, che ha portato alla definizione degli standard italiani per il DEM test. Durante il convegno sono st...




05/09/2016 - IRSOO presente con un numero rilevante di relatori all’XI convegno SOPTI

...ssimo convegno SOPTI, l’11 e 12 settembre, in concomitanza con il trofeo “Triathlon Città di Cesenatico", in programma nelle giornate di sabato 10 e domenica 11 settembre 2016. Oltre che con Laura Boccardo, componente della segreteria scientifica insieme a Laura Livi, l’IRSOO sarà presente con numerosi docenti che terranno relazioni su vari argomenti collegati al tema della visione nello sport, a partire dalle metodiche di indagine, illustrate in due relazioni da Silvio Maffioletti e Carlo Falleni, per passare alle correzioni ottiche e optometriche, presentate in tre interventi da Antonio Calossi, Paolo Soragni e Massimiliano Iaia, fino al Training Visivo, illustrato in un case report da Edoardo Franceschi, e all’importanza del tempo di esposizione alla luce naturale nella prevenzione della miopia, trattata da Alessandro Fossetti. Molti altri, interessanti temi, saranno presentati da altrettanti relatori competenti, in un convegno pensato...


26/10/2016 - II congresso IRSOO: i commenti dei partecipanti premiano le scelte dell’organizzazione scientifica.

...a del convegno. Però, possiamo dire che quello che abbiamo visto in questi due giorni ci ha pienamente ripagato del lavoro organizzativo dei mesi scorsi: la sala era piena di persone interessate e partecipi, le relazioni tutte di alto livello, gli interventi nelle discussioni sempre opportuni. Durante le pause le postazioni degli sponsor erano sempre al centro dell’attenzione dei partecipanti. Nei workshop, gli iscritti intenti ad esercitarsi nelle tecniche optometriche proposte, con il supporto continuo degli insegnanti, due – tre per ogni seminario, in due casi ben quattro, con un rapporto studenti/docente impareggiabile. Possiamo anche riportare alcuni dei commenti rilasciati nei questionari anonimi: “Relatori molto preparati, chiari in tutti gli argomenti e molto disponibili al confronto. Puntualità, grado elevato competenze, confronto. Il livello è stato decisamente alto. Confermare in futuro lo stesso livello. Eccellente contenuto dei temi proposti nelle sessioni plenarie. Interessanti e stimolanti i contenuti dei workshop. Essere in pochi in gruppo ci dà modo di essere seguiti bene”. Il clima che si respira a Vinci è sempre unico: ogni corso, ogni convegno è l’occ...

23/01/2017 - Bel successo del Convegno SOptI sul cheratocono. Soddisfazione per l’IRSOO

...l 12° convegno SOptI, tenutosi a Mestre, domenica 22 e lunedì 23 gennaio, presso l’auditorium Rama dell’ospedale dell’Angelo, dove ha sede la Banca degli Occhi. Non conosciamo ancora i numeri ufficiali, ma quelli che girano tra gli addetti indicano che 250 persone, forse più, tra iscritti e relatori, hanno partecipato a questo evento il cui tema di riferimento è stato il cheratocono. Un tema che è stato affrontato da molteplici punti di vista, prima di tutto da quello dei pazienti: molto coinvolgente l’intervento del presidente di Aiche e soprattutto quello di un ragazzo che ha raccontato la sua vicenda di paziente con cheratocono, iniziata a 8 anni, con le difficoltà, le frustrazioni e le paure di chi rischia di veder compromesse tutte le sue aspettative e i suoi sogni di vita futura, prima per la mancanza di diagnosi certa, poi per l’incertezza da parte dei medici sulla via da intraprendere per il trattamento, mentre la sua condizione visiva e oculare peggiorava in continuazione. Una vicenda che per fortuna alla fine si è conclusa positivamente. Poi ci sono stati gli interventi di tanti oculisti; ne ricordiamo solo qualcuno, per meri motivi di spazio. Rita Mencucci, bella relazione la sua, sull’eziologia e sui fattori di rischio, Luca Menabuoni e Claudio Genisi, su vari aspetti della chirurgia, Cosimo Mazzotta, che ha fatto chiarezza sulle caratteristiche principali dell’intervento di cross linking. E non citiamo poi i tanti optometristi che hanno fatto la loro bella parte in un congresso nel quale oculisti e optometristi, come evidenziato anche dai piccoli dibattiti che sono scaturiti dopo le relazioni, hanno mostrato di poter lavorare bene in cooperazione, ognuno secondo le proprie competenze specifiche, con un vantaggio notevole per i pazienti. Un plauso dunque al comitato scientifico composto da Laura Boccardo, Laura Livi e Marcella Marcianò, che hanno organizzato un programma bello e coinvolgente. Infine, una nota di soddisfazione per il nostro Istituto viene dalla sezione Poster Competition che ha visto in gara nove poster, un numero davvero consistente per gli standard dei congressi italiani e dunque un altro successo di SOptI. La commissione scientifica, presieduta da Paolo Facchin, ha premiato il poster presentato da Alessandro Fossetti, Laura Boccardo e Alberto Rapini, scaturito da uno dei tanti lavori di ricerca effettuati a Vinci. La gioia della vittoria è stata consolidata per uno dei due premi assegnati: le “Memoires d’Ophthalmométrie”, pubblicato a Parigi nel 1891 dal grande oftalmologo Emil Javal per i tipi di G. Masson Editore. Il libro troverà posto nella biblioteca dell’Istituto. Nella foto: Laura Boccardo e Alessandro Fossetti, premiati per il poster sulle "Variazioni di spessore corneale locale durante l’uso di lenti morbide spessorate", insieme a Marcella Marcianò (al centro), rappresentante del comitato scientifico del Convegno, e a Pa...




31/01/2018 - La miopia in vetrina a Firenze

...e del convegno si è focalizzata sul più ampio tema della responsabilità professionale. Partendo da una riflessione sul ruolo di ogni elemento della società nella promozione della salute e nella prevenzione dei problemi visivi, è stata illustrata la necessità e l’utilità di adottare anche in optometria delle modalità condivise di buona pratica, basate sull’evidenza scientifica. Sono stati portati vari esempi di applicazione di questi principi nella gestione delle persone miopi, per esempio nella pseudomiopia e nei bambini in progressione miopica. Inoltre sono state descritte due diverse esperienze di indagine visiva nelle scuole dell’infanzia e primarie, organizzate al fine di segnalare precocemente alle famiglie eventuali situazioni a rischio e, contemporaneamente, raccogliere importanti dati epidemiologici sullo sviluppo oculare nei bambini. Nel pomeriggio della domenica è intervenuto l’on. Federico Gelli, relatore della Legge 24/2017 in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita e di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie. Gelli ha ribadito come la sicurezza delle cure sia parte costitutiva del diritto alla salute e come tutti i professionisti coinvolti possano collaborare alla gestione degli inevitabili rischi. Sullo stesso tono anche l’intervento di Rosaria Boldrini, direttrice dell’ufficio per la vigilanza sui dispositivi medici presso il Ministero della Salute. La loro presenza al convegno di un’a...